Quale tipo di antibiotico tratta le infezioni del tratto urinario?

Le infezioni del tratto urinario influenzano il sistema urinario. Il sistema urinario comprende la vescica, i reni, l’uretra e gli ureteri. La maggior parte delle infezioni che colpiscono la vescica sono conosciute come infezioni del tratto più basso, mentre l’infezione dei reni è nota come pielonefrite. Ci sono diversi tipi di antibiotici usati per trattare le infezioni delle vie urinarie. La scelta dipende da molti fattori, tra cui la storia medica, le allergie e la suscettibilità del microrganismo causativo a quel particolare antibiotico.

Gli antibiotici della penicillina sono classificati come antibiotici beta-lattamici a causa della loro struttura biochimica. Gli antibiotici beta-lactamici sono antibiotici battericidi, il che significa uccidere i batteri, rispetto agli antibiotici batteriostatici, che inibiscono la crescita batterica. Gli antibiotici della penicillina uccidono i batteri distruggendo la produzione della parete cellulare batterica, causando la comparsa dei microbi. Secondo l’Università del Maryland Medical Center, l’amoxicillina è stata una volta uno dei più comuni antibiotici penicillinici contro le infezioni delle vie urinarie. Ora è inefficace contro il 25% dei casi di E. coli, i batteri più comuni per causare infezioni delle vie urinarie. Augmentin è un altro antibiotico di penicillina usato nel trattamento delle infezioni delle vie urinarie. Gli effetti collaterali di questi farmaci includono diarrea, disturbi dello stomaco e rash.

Le cefalosporine sono un altro tipo di antibiotico beta-lattamico e sono simili nella struttura biochimica delle penicilline. Questi antibiotici funzionano contro una maggiore gamma di batteri che causano infezioni del tratto urinario. Ceftriaxone è uno degli antibiotici intravenosi più comunemente somministrati ed è utile nel trattamento della pielonefrite. Le cefalosporine orali, tra cui il cefixime, possono trattare infezioni delle vie urinarie inferiori, come la cistite o l’infezione della vescica. Gli effetti collaterali delle cefalosporine sono simili a quelli degli antibiotici della penicillina.

Gli antibiotici di fluorocinolone sono battericidi, uccidendo i batteri interferendo con il loro processo di replicazione. Secondo il manuale di Merck, quando vengono presi per bocca, i fluorochinoloni raggiungono livelli elevati nell’urina, rendendoli ideali per il trattamento delle infezioni delle vie urinarie. Gli effetti collaterali includono irritazione del tratto gastrointestinale, mal di testa, sonnolenza e anomalie del ritmo cardiaco.

Gli antibiotici di Sulfa lavorano contro le infezioni della vescica causate da microrganismi suscettibili. Purtroppo, la maggior parte dei batteri presentano già elevati livelli di resistenza a questa classe di antibiotici. Gli antibiotici di Sulfa sono batteriostatici, inibendo la crescita dei batteri interferendo con la loro sintesi del DNA, la proteina che porta un codice genetico di una cellula. Gli effetti collaterali includono rash, reazioni allergiche e altre reazioni infiammatorie.

Penicillina

cefalosporine

fluorochinolone

sulfamidico