Qual è la curva di forza?

La curva di forza è una rappresentazione grafica di come il corpo umano genera e applica la forza in una direzione specifica. Le curve di forza sono particolarmente utili nella comprensione dei movimenti atletici e gli atleti possono massimizzare le loro prestazioni studiando la cinetica del loro corpo. I terapeuti fisici utilizzano anche curve di forza per misurare e valutare il progresso dei loro pazienti.

Fasi del movimento

Saltando in aria o gettando un calcio entrambi producono una simile curva di forza. La forma somiglia a un segno di spunta, con un fondo piuttosto curvo piuttosto che un lato. Durante la prima fase, mentre la linea viaggia verso il basso, il corpo si prepara ad agire. I muscoli sono tesati in previsione di un salto verticale o di una rapida oscillazione del braccio. Il fondo della curva prende solo una frazione di secondo, in quanto il corpo si ferma prima di saltare in vita. La parte ascendente della curva rappresenta l’applicazione dura e costante della forza muscolare.

Ulteriori informazioni sul movimento

Una curva di forza grafica forza muscolare sull’asse verticale rispetto al tempo sull’asse orizzontale. Gli scienziati sportivi misurano in genere i movimenti atletici in millisecondi. L’angolo della parte ascendente della curva di forza trasmette informazioni sul condizionamento dell’atleta. Una linea costante e costante indica un impegno rapido e potente delle fibre muscolari. Una curva che oscilla o si allontana può indicare un infortunio o un’area in cui un atleta ha bisogno di più dedizione e formazione.

Considerazioni atletiche

Il punto più alto della curva di forza indica il coinvolgimento muscolare più potente. Tuttavia, le persone in genere non massimizzano mai il pieno potenziale dei loro muscoli. Tuttavia, l’obiettivo degli atleti di elite è quello di fare esattamente quello. Combinando una buona alimentazione, formazione e dedizione, gli atleti competitivi possono portare la parte superiore della loro curva di forza più vicina alla loro soglia di forza massima. Un altro obiettivo degli atleti è quello di ridurre la quantità di tempo speso in attesa e di pausa prima che i muscoli si impegnino. Negli sport, anche le frazioni di un secondo possono fare la differenza tra vincere e perdere.

Applicazioni cliniche

I medici ei terapisti fisici si basano su misurazioni precise della forza fisica di un paziente per misurare i progressi durante un periodo di riabilitazione. Un confronto tra le curve di forza in un intervallo di settimane può indicare quando un paziente necessita di incoraggiamento extra o forse di alterazione negli esercizi. Una perdita di forza in determinate posizioni indica una lesione o una debolezza. Per i nonathletes, l’obiettivo è quello di ottenere una curva di forza liscia e una gamma completa di movimento.